Ciao a tutti!

Oggi torno a parlavi un po’ di skincare, era da parecchio che non facevo un articolo al riguardo. Ne sentivate la mancanza?

Forse già lo sapete, o forse no, son qui appunto per spiegarlo a chi non lo sa, la differenza tra acqua micellare e bifasico.

ACQUA MICELLARE

L’acqua micellare esiste da ormai decine di anni, ma ne è esploso l’utilizzo soltanto da pochissimo tempo. Si tratta sostanzialmente di una soluzione acquosa con del detergente al suo interno che permette con facilità di catturare lo sporco e trascinarlo via con il dischetto di cotone. (In pratica si tratta di acqua e sapone senza necessità di risciacquo)

Non solo per struccarsi, ma vi consiglio la sera di passare sempre un dischetto di cotone imbevuto di acqua micellare prima di andare a dormire e prima di applicare le creme. La pulizia dei pori non è necessaria solo in giorni in cui ci diamo il fondotinta o altri prodotti, è necessaria SEMPRE. Lo smog, la polvere, il calcare stesso dell’acqua che utilizziamo per lavarci il viso, finisce per ostruire i nostri delicati pori della pelle lasciando così spazio alla proliferazione di batteri e quindi all’esplosione di brutti inestetistimi cutanei.

BIFASICO

Il nome stesso lascia intuire che si stratta di un prodotto con DUE elementi, una parte acquosa e una parte oleosa. Il bifasico va sempre agitato prima dell’uso, in modo che le due sostanze si mescolino prima di rovesciarle sul dischetto di cotone. Questo prodotto è particolarmente indicato per rimuovere prodotti waterproof, infatti la sola acqua micellare tende a fare fatica a rimuovere alcuni tipi di makeup. Meglio non strofinare troppo altrimenti la pelle si stressa e optare appunto per un bifasico.

Dopo il bifasico vi consiglio comunque un passaggio con la semplice acqua micellare, perchè riesce appunto a togliere meglio la parte unta residua sulla pelle e il makeup che è rimasto ancora nei pori.

Dopo il passaggio con questi prodotti è sempre consigliabile passare il tonico, leggete l’articolo e capirete perchè è così importante.

E’ arrivato il momento dei saluti, spero che l’articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile. Se ti va puoi condividerlo sui tuoi social utilizzando i pulsanti in basso e lasciarmi un like di sostegno. Puoi iscriverti al mio blog inserendo la tua mail qua sotto (niente spam, ti arriverà semplicemente una mail quando ci sarà un nuovo articolo disponibile.