Ciao a tutti,

Oggi parliamo di pennelli (qui trovate il link per capire differenze e metodi di utilizzo), della loro manutenzione e pulizia.

Dico la verità, prima di iniziare il mio percorso da truccatrice non avevo minimamente idea che i pennelli si dovessero lavare. Non ne capivo la necessità, utilizzavo sempre lo stesso fondotinta, gli stessi ombretti.. perchè lavarli?! Vedo che anche tra le mie amiche comunque non è una pratica molto conosciuta. Ed ecco quindi che nasce la necessità di scrivere questo articolo.

Pulire periodicamente i pennelli è fondamentale per molti motivi:

IGIENE DEI PENNELLI E DELLA PELLE

La pelle non è mai sterile al 100% nonostante sia stata effettutata una pulizia profonda, qualche batterio c’è sempre. Nelle setole ne rimarranno alcuni incastrati e iniziaeranno a ploriferare, e all’utilizzo successivo andrete a stendere di nuovo prodotto e una moltitudine di batteri. I batteri potrebbero causare problemi di pelle, brufoli, irritazioni, rossori, secchezza, congiuntiviti, herpes…. sempre meglio non rischiare.

PULIRE I PENNELLI PER EVITARE PROBLEMI DI PIGMENTAZIONE

Spesso siamo abituate a truccarci nello stesso modo ogni giorno, sembra inutile pulire il pennello che viene utilizzato per lo stesso identico colore ogni giorno. Invece il pennello oltre a stendere cattura polveri o pigmenti applicati in precedenza, quindi anche la riuscita del colore non sarà certo perfetta, ma potrebbe uscire alterata.

PULIRE I PENNELLI PER MANTENERLI

Stendere 1000 volte il fondotinta o una terra con un pennello non è il metodo migliore per dargli lunga vita. I prodotti si stratificano e tendono ad appiccicare le setole. Questo non fa bene al pennello. Per donargli vita più lunga è sempre meglio lavarli e pulirli periodicamente.

COME PULIRE I PENNELLI

Se hai fretta e hai bisogno di un pennello pulito in pochi secondi, perchè magari vuoi passare da un colore scuro ad uno chiaro, o magari per utilizzare colori nuovi, puoi utilizzare i liquidi igienizzanti per pennelli come ad esempio quello di MAC, Kiko o altri marchi. Puoi spruzzare o versare il detergente su una salvietta pulita e poi passare il pennello fino a che non avrai rimosso completamente il colore.

Se hai più tempo ti consiglio invece di fare un lavaggio con acqua e sapone. Potrai utilizzare dei saponi specifici per pennelli come quello di BeautyBlender che ho testato e l’ho trovato davvero ottimo. In alternativa un semplice sapone neutro o di marsiglia. Se le setole una volta asciutte ti sembreranno troppo rigide, la volta successiva passa un po’ di balsamo per capelli sulle setole e poi risciacquale e lasciale asciugare.

SPAZZOLA IN SILICONE PER LAVAGGIO PENNELLI

Per esperienza ti dico di stare molto attenta all’utilizzo di spazzole in silicone per la pulzia dei pennelli. Seppur molto comoda e semplice da utilizzare rischia di roviniare e consumare più velocemente le setole. Un semplice guanto da cucina per lavare i piatti è più che sufficiente.

OGNI QUANTO LAVARE I PENNELLI

Io per ovvi motivi li lavo ogni volta che li utilizzo, in modo da averli sempre pronti in caso dovessi effettuare dei Make Up su altre ragazze, comunque consiglio sempre una pulizia ogni 10/15 giorni.

COME ASCIUGARE I PENNELLI

Se lavi i pennelli con acqua e sapone, strizzali bene e poi mettili in orizzontale su un asciugamano. Non metterli “a testa” in su, l’acqua entrerà dentro il pennello rischiando di far staccare le setole dalla colla. In estate basteranno un paio di ore al sole oppure in inverno potrai avvicinarli ad un termoforo. Comunque in linea di massima per un’asciugatura ottimale dovrebbero essere sufficienti 24/48 ore.

Spero l’articolo ti sia stato utile! Lasciami un like di supporto e se vuoi condividi l’articolo sui tuoi social.

Ciaooooo