Ciao a tutti,

pronti per la seconda parte relativa ai fondotinta? Iniziamo.

Nell’articolo precedente abbiamo capito come scegliere il colore di fondotinta e riconoscere il proprio sottotono. Oggi invece parliamo di: texture, coprenza e finish.

Andiamo come al solito con ordine. Texture o per dirla con parole semplici, la consistenza: crema, liquido, polvere libera o compatta.. Prima di tutto cerchiamo di capire com’è la nostra pelle. È normale? Beh.. siete davvero fortunate!! Oppure è grassa? È acneica? Si lucida? È mista? È secca e tende a screpolarsi? Ogni tipo di pelle ha il giusto fondotinta.

Chi ha la pelle acneica dovrebbe evitare il fondotinta, ma in alcuni casi è un accessorio a cui non si può proprio rinunciare, quindi il consiglio è di rivolgersi al proprio dermatologo, che saprà indicarvi quale prodotto potrà rispondere meglio alle esigenze della vostra pelle. Ricordatevi che un professionista è sempre meglio di 6.000 consigli trovati online.

Chi ha la pelle grassa potrebbe optare per un fondotinta in polvere, che tende durante la giornata ad asciugare il sebo in eccesso.

Per tutti gli altri tipi di pelle il classico fondotinta liquido va benissimo, ma occhio al finish ovvero, per farla breve, al risultato finale.

Il finish opaco, o matt per dirla utilizzando ancora una volta una parola inglese, è indicato per chi ha una pelle grassa, che si lucida con facilità. L’effetto mattificante è garantito da degli elementi all’interno del prodotto che riescono ad asciugare il sebo in eccesso anche per parecchie ore. Un fondotinta mattificante su una pelle secca da un effetto cartapesta. Il prodotto non trovando sebo da assorbire tenderà ad asciugare ancora di più la pelle, facendo risaltare le rughe di espressione e pori.

Per le pelli secche infatti è sempre meglio cercare un prodotto fluido con ingredienti più idratanti o nutrienti, e dare una buona base.

Il finish luminoso è ideale per le pelli normali e anche non più troppo giovani.

Per la coprenza dipende completamente dal vostro gusto personale. Se avete molte discromie, difetti e macchie ovviamente un prodotto più coprente fa al caso vostro. Se siete giovani e non avete grandi problemi un prodotto leggero va più che bene. Ci sono prodotti modulabili cioè che stratificandoli si passa da una coprenza leggera a media o da media e alta. Ovviamente più coprente è e più il fondotinta risulterà visibile sulla pelle. Ma questa, vi ripeto, non ha nessuna regola scritta, è una vostra scelta personale.

E’ arrivato il momento dei saluti. Spero che l’articolo ti sia piaciuto. Puoi lasciarmi un “mi piace”, un commento in fondo alla pagina e puoi condividerlo sui tuoi social. Per non perderti nessun nuovo articolo iscriviti inserendo la tua mail qua sotto =) Niente spam! Ti arriverà una semplice mail con il nuovo articolo appena uscito. BACIIIIIII

Seguimi anche su Instagram, Facebook, Pinterest e 21Buttons

Annunci